Pubblicato da: carlas73 | 17 marzo 2009

Le Domande da Non Fare

A volte bisogna ammetterlo, noi genitori siamo un pò di coccio, come si dice a Roma, e LORO, i nani o i bambini che dir si voglia sono sempre pronti a ricordarcelo e la cosa da una parte ci inorgoglisce per il piccolo virgulto che stiamo crescendo, dall’altra però ci fa riflettere sulla velocità con la quale i nostri neuroni si vanno inaridendo ed assottigliando. Prima di parlare, tante volte dovremmo metterci nei loro panni, e non stare come sempre con il cervello teso ai nostri comportamenti, alle nostre scelte, alle alternative a cui la vita ci mette di fronte e rispetto alle quali non possiamo non rispondere.

Arrivo a tale altissimo livello di filosofia dopo un fine settimana in cui il nano è stato cimentato in elevate elaborazioni di critica ambientale ed a cui ha risposto ovviamente in modo tale da ammutolire il povero e bastonato padre. Premessa n.1: ci si organizza per andare a trascorrere una giornata in montagna sulla neve fintantoche dura e le previsioni meteorologiche consentono di godere anche del sole oltre che della neve. Premessa n.2: il nano fino a quest’anno alla soglia dei suoi 3 anni aveva solo sperimentato il mare d’estate e vivendo in una città come Roma ed essendo i genitori non particolarmente scalatori o sciatori, anzi per nulla, non aveva mai visto la neve e conosciuto la montagna, ed in particolare questa era la sua seconda esperienza.

Mattina, interno, nano sul vasino dopo la colazione, genitori variamente affaccendati nei preparativi per la giornata fuori casa. PapàF al nano “Claudio, allora sei contento che andiamo di nuovo sulla neve?” Nano “siiiiii” PapàF “e cosa ti piace di più: il mare o la neve?” Nano, contando sulle dita “Il mare, la neve e la sabbia”.

Peccato non riuscire ad aggiungere la faccia fatta da PapàF, ma sono sicura che sarà capitato a tanti altri genitori essere zittiti in tal modo e quindi verrà immediatamente in mente la smorfia che si presenta al povero genitore che incautamente ha proposto la “domanda da non fare” al proprio pargolo dalle risposte sempre pronte.

L’ultima cosa che viene da dire: sì, crescerà e sceglierà anche lui, ma speriamo che capiti il più tardi possibile e che si possa nel frattempo godere al meglio le sue certezze, il suo TUTTO che gli viene proposto e che accetta ed abbraccia indiscussamente; evviva la loro sincerità ed il loro sguardo pulito verso il mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: