Pubblicato da: carlas73 | 30 giugno 2008

Ma dove viviamo?!?!?!

Eccomi qui, di nuovo, a dare segnalazione di informazioni per fortuna diffuse, anche se solo da pochi: la domanda che mi pongo è ma in che razza di Stato viviamo? Sono cosciente del fatto che l’antico metodo della raccomandazione sia più che utilizzato ovunque, almeno in Italia, ma ciò che ho sentito nelle registrazioni mi fa come minimo accaponare la pelle. Anche in queste valutazioni mi sento di appartenere ad un altro secolo: capisco la lotta politica, ma non la identifico con la necessità di annullare qualsiasi voce contraria al proprio volere o che offuschi il proprio pensiero. Per me, Stato e democrazia ancora significano quello che significavano per gli antichi Latini e Greci, i creatori della politica, quelli per cui quando si parlava di Stato si parlava di “res publica”. E quando sento parlare questo signore, mi viene il veleno in bocca e mi domando quanto male abbia fatto la nostra penisola per subìre il suo terzo Governo, o forse è meglio chiamarla dittatura, neanche troppo illuminata.

Tutto quello che leggo sui giornali mi fa passare la voglia di leggerli e di guardare il telegiornale, siamo al minimo storico: essere a capo del Governo sembra sia diventato un modo di gestire e manipolare tutto ciò che una volta si definiva pubblico a propri e singolari scopi personalissimi, dall’affossamento di giudici e tribunali per poter allontanare lo spettro di una sentenza di colpevolezza, alla nuova definizione di sicurezza che dà il potere di portare l’esercito in piazza ai giovani adepti del vecchio fascismo picchiatore, per completare con le nuovissime indicazioni economiche che populisticamente eliminano tasse per ingraziarsi il popolo sempre più gregge ma che poi vengono fatte rientrare dalla finestra grazie a ciò che dovranno inventarsi aziende private ed amministrazioni locali per riguadagnare ciò che il Governo gli ha tolto.

Mi domando se veramente la maggioranza degli Italiani è così maleducata ed ottusa come ci vuole far credere questo signore: sicuramente buona parte da quello che vedo in giro, ma io spero sempre in una redenzione seppur tardiva dell’Uomo!

Annunci

Responses

  1. Mi hai tolto le parole di bocca, sembra veramente di essere in un romanzo di fantapolitica. Se persino Sandro Curzi (!!!) si affretta a dissociarsi da Di Pietro (che è un cavernicolo ma purtroppo dice le cose come stanno, anche se le raccomandazioni di zoccolette al servizio di pubblica tv è proprio l’ultimo dei problemi in questo momento) vuol dire che veramente siamo alla frutta. Invito sempre a tenersi informati dove possibile, a questo riguardo gli interventi di Marco Travaglio sul blog di Grillo sono sempre chiari e ficcanti, ma soprattutto obiettivi.
    Purtroppo è verissimo. Il Silvio ha cominciato nel ’94 con la demagogia, invitando Di Pietro a candidarsi con lui e dissociandosi da Tangentopoli, ed è riuscito in lunghi anni di duro lavoro e di dura ottusità dell’altra parte (povera sinistra) a ottenere il doppio dei consensi sostenendo nell’ultimo periodo esattamente il contrario. Ha berlusconizzato gli italiani. Ha un che di "Invasione degli Ultracorpi", mette i brividi. Usiamo i nostri blog e diamo voce al’informazione "provata", è l’unico modo di rimanere a galla in questo mare in cui naufragar non ci è dolce affatto.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: