Pubblicato da: carlas73 | 19 maggio 2008

I figli sò piezz’e core

Sciascia diceva che il problema della Mafia si poteva risolvere solo con un esercito di maestri: oggi la situazione ritengo non riguardi solo la Mafia, ma tutta la nostra società.
Spiego quanto affermato: all’asilo di mio figlio trovo una mamma che cambia il figlio (di 2 anni e mezzo) e questo gioca con delle mollette che le maestre tengono sul davanzale, non riuscendo a fargliele mettere via interpella la maestra “Maestra, gli dici qualche cosa??”. Scusate, ma solo le maestre hanno il potere/dovere di rimproverare ed educare i bambini? e poi ci sono le mamme che si lamentano che i figli srotolano la carta igienica in bagno o che svuotano tutti i cassetti e mobili della casa e “è tanto felice che non me la sento di dirle nulla!”, oppure quelle che sono quasi orgogliose delle indoli manesche e violente dei figli/figlie. Questo per parlare delle mamme, ma non è che i papà o i nonni sono molto da meno: vai al parco giochi e li vedi tutti lì protesi affinchè il proprio pargolo non faccia assolutamente nulla, o perchè troppo piccolo, o perchè si fa male, o perchè si sporca etc. etc. fino a quando non si rimprovera il figlio di terzi perchè “adesso ci deve andare lei sull’altalena!”.
E così l’odierna società sta crescendo figli senza un minimo di spina dorsale, senza indipendenza, senza raziocinio e valori, senza educazione e rispetto degli altri.
Sì, ci vorrebbe un esercito di maestri, ma non solo per i figli, anche per gli stessi genitori (e se vogliamo essere pedanti anche gli stessi educatori, insegnanti, docenti, visto che a loro volta questi sono genitori che si comportano senza alcun criterio e ritegno dando la colpa all’altra parte della barricata). Genitori che mettono al mondo figli senza che nessuno glielo chieda o imponga, e che immediatamente delegano la responsabilità dell’educazione dei figli, che invece comincia prestissimo: basti pensare alla dipendenza che si crea quando il neonato si abitua a stare solo in braccio ad uno dei due genitori, per poi rifiutarsi (giustamente) di stare in braccio a chiunque altro, la crescita a regole zero nel momento in cui si comincia ad esplorare il mondo da carponi (mi ricordo che ho speso circa 15-20 minuti con mio figlio che voleva toccare per forza la chiave di un mobile quando aveva circa 5-6 mesi: ormai a 2 anni e 3 mesi non tocca più chiavi dei mobili e svuota solo i cassetti che gli sono consentiti, per poi rimetterli in ordine) e poi si deve “evacuare” la casa da qualsiasi ninnolo e soprammobile.
Probabilmente mio figlio crescerà frustrato e represso, ma lo preferisco così (anche se tutto sembra tranne che represso) piuttosto che adulto senza limiti morali e regole civili, come la società si sta adeguando ad essere.
E parlo da madre conscia della limitazione dell’educazione che sto dando, visto che è l’unica che saprei dare, e visto che la perfezione è ancora lungi dall’essere raggiunta: giusto della scorsa settimana il primo episodio di morso ad un altro bambino! ma da quando l’ho saputo non manca giorno che gli ricordo che non si deve fare: credo molto nel potere della comunicazione e delle parole, anche con bambini piccoli, poichè capiscono tutto nonostante quello che pensino gli adulti.
I figli sono come noi li vogliamo, e non lamentiamoci dei figli degli altri: guardiamo prima i nostri e razionalmente valutiamo cosa vorremmo cambiare!
Annunci

Responses

  1. Ovviamente, si sfrutta l’istituzione fino a quando ci fa comodo, per poi immediatamente delegittimarla non appena il nostro egoismo non venga più autorizzato: e questo non vale solo per l’itsituzione "scuola" in senso lato, ma per tutte le Istituzioni di questo nostro malandato Paese! Almeno, così è come la penso io…….

    Mi piace

  2. E sei fortunata che abbia chiesto aiuto alla maestra… pare che al giorno d’oggi sia molto più facile che le maestre vengano "de-legittimate" e "de-autorizzate" da mamme iperprotettive e non-mi-toccate-mio-figlio!
    Da neo-padre, spero di avere la forza di cui parli… mi servirà ben presto.

    Mi piace

  3. Sono d’accordo!
    Molto carino questo blog …complimenti!
    Un saluto e pargolo, mamma e papa’.
    Walter

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: